Perché e come disinfettare i vestiti usati prima di indossarli?

null

Lavare i capi di seconda mano in lavatrice è sufficiente per eliminare germi e batteri? Ecco le tecniche e i consigli per sapere come disinfettare i vestiti usati e renderli sicuri

Le ultime tendenze in fatto di moda parlano chiaro: il vintage è un must! Comprare abiti di seconda mano ti permette di trovare pezzi unici a prezzi molto convenienti, rendendo il tuo look esclusivo e alla moda. Inoltre, acquistare vestiti usati aiuta a ridurre l’impatto ambientale dell’industria della moda, una delle più inquinanti al mondo. Ma è affidabile comprare abiti usati? Come igienizzarli perfettamente anche a casa?

Ecco come disinfettare i vestiti usati subito dopo l’acquisto per eliminare qualsiasi residuo di sporco e batteri, rendendo i “nuovi” capi sicuri e profumati.

Sanificazione degli indumenti usati: perché è importante farlo

La prima regola da seguire quando compri un abito di seconda mano, qualsiasi sia la marca, il tipo di capo o il tessuto, è quella di lavarlo. Il fatto che un indumento non presenti macchie visibili, non significa infatti che sia pulito e igienizzato: gli abiti non disinfettati possono contenere centinaia di germi e batteri, dannosi per la pelle e la salute. Per evitare inconvenienti e rendere i tuoi capi usati perfettamente igienizzati e disinfettati esistono vari metodi e tecniche sicure da utilizzare a casa in poche mosse.

Come lavare i vestiti appena comprati: tutti i passaggi

La prima cosa da fare dopo una giornata di compere in un negozio dell’usato è infilare i tuoi vestiti in lavatrice.

  • Lavali separatamente dal tuo bucato giornaliero poiché i germi, nonostante le temperature della lavatrice, si possono diffondere su buona parte degli altri indumenti.
  • Utilizza un ciclo di breve durata a bassa temperatura, per evitare di danneggiare i capi più sensibili. In questo modo eliminerai il grosso dello sporco prima di disinfettarli.
  • Immergi gli abiti usati in una bacinella piena d’acqua calda (non troppo bollente) con un po’ di detersivo e un disinfettante per indumenti in polvere. Lasciali in ammollo per qualche ora.
  • Lavali una seconda volta in lavatrice. Imposta il ciclo di igienizzazione adatto a rimuovere il 99,9% degli allergeni, come l’Allergy Care pro della lavatrice H-WASH 550 di Hoover, studiato appositamente per la sanificazione dei tessuti grazie all’intensa azione del vapore.
  • Utilizza detergenti delicati, per evitare di stressare ulteriormente i tessuti. Per esempio, l’ammorbidente e il detersivo concentrato per bucato della nuova gamma Ecological sono perfetti perché realizzati con tensioattivi di origine vegetale e privi di sostanze chimiche.

Dopo il lavaggio: come disinfettare i vestiti usati

Per una sterilizzazione ancora più completa, il metodo più utilizzato ed efficace è il vapore. Asciugatrici, ferri da stiro o steamer (stiratori verticali), hanno funzioni di vaporizzazione ideali per la sanificazione degli indumenti, che permettono di eliminare anche gli ultimi residui di germi e batteri.

Questi consigli sono perfetti da utilizzare anche per lavare e igienizzare i vestiti dei bambini o qualsiasi altro capo d’abbigliamento della tua famiglia.

Vedi Anche

Newsletter