Come congelare il pesce: tutti i consigli per una conservazione sana e sicura

null

Sapere come congelare il pesce è fondamentale per garantirne le caratteristiche e proprietà organolettiche, oltre che per una questione di sicurezza alimentare

Conoscere come congelare il pesce nel modo corretto è fondamentale non soltanto per cercare di mantenere inalterate le sue proprietà organolettiche, ma anche per una questione di salute. Il pesce per essere congelato deve essere freschissimo e il procedimento deve seguire delle regole precise.

Come congelare il pesce fresco

Puoi congelare con tranquillità il pesce, a patto che sia fresco. La temperatura ideale a cui conservarlo nel freezer è di almeno -18 °C. Il freddo aiuta a mantenere inalterate le proprietà di questo alimento.

Un altro aspetto molto importante quando si parla di come congelare il pesce riguarda le tempistiche di conservazione. I pesci magri, come sogliola o merluzzo, possono essere congelati a lungo, fino a 6 mesi. Se invece hai comprato dei pesci grassi, come salmone o tonno, ricordati di non tenerli in freezer per più di 3 mesi. Polpi, seppie e calamari hanno invece un tempo di conservazione in freezer di circa 3-4 mesi. Per ricordarti quando hai messo il pesce nel freezer puoi mettere un’etichetta sul sacchetto gelo, con sopra scritta la data di congelamento.

Come procedere quindi con il congelamento del pesce? Prima di tutto dovrai pulire il pesce prima di congelarlo, svuotandolo dalle sue interiora. Risciacqualo poi con molta cura sotto acqua corrente, tamponalo e chiudilo in sacchetti gelo. Fai molta attenzione a non far rimanere dell’aria nel sacchetto: in questo modo il pesce potrà conservarsi meglio e più a lungo, senza alterazioni.

Un altro consiglio utile è quello di evitare di inserire nel sacchetto grosse quantità di pesce. Così facendo potrai scongelare solo quello che ti occorre per preparare, ad esempio, sane ricette in vista dell’estate. Ricordati poi che il pesce non può essere scongelato e ricongelato.

Si può congelare il pesce cotto?

La domanda è sicuramente lecita, ma la risposta è no. Il pesce deve essere congelato soltanto se è fresco e appena comprato. Questo alimento ha infatti tempi di deterioramento piuttosto rapidi e ha una carne molto delicata, che tende a perdere velocemente il proprio sapore e le proprietà nutrizionali.

Il pesce, quindi, non dovrebbe essere congelato se lo hai già cucinato, in quanto una volta scongelato e riscaldato, non avrebbe più le stesse caratteristiche del prodotto di partenza.

Scongelare il pesce e conservarlo in frigorifero

Una volta capito come congelare il pesce, è importante anche sapere come scongelarlo e conservarlo in frigo nel modo corretto.

Considera che se vuoi consumare il pesce entro 24, massimo 48 ore, puoi conservarlo in frigorifero. Inseriscilo in un contenitore chiuso o coprilo con della pellicola per alimenti, di modo da evitarne la disidratazione e la trasmissione dell’odore ad altri alimenti.

Il pesce può essere anche scongelato in frigo: la maggior parte dei pesci si scongela in 8 ore, ma se si tratta di grosse quantità possono servire anche 24 ore. La temperatura del frigo dovrebbe essere superiore ai 4 °C per una maggiore sicurezza alimentare.

Vedi Anche

Newsletter