Allergia da cambio di stagione: i sintomi più comuni

null

Il cambio di stagione porta con sé stanchezza e sonnolenza. Ma se dietro i sintomi più comuni si nascondesse l’allergia stagionale?

Primavera, estate, autunno e inverno: durante i cambi di stagione tutti avranno provato quella sfiancante sensazione di stanchezza e sonnolenza. Questa condizione tende ad accentuarsi con l’arrivo del mese di settembre, quando la mente e il corpo fanno fatica a riadattarsi alla solita routine post rientro dalle ferie: debolezza cronica, fatica ad alzarsi dal letto la mattina e difficoltà a concentrarsi durante la giornata.

Le principali cause che stanno dietro questa sorta di letargia preautunnale vanno ricondotte alle variazioni climatiche, le temperature che cominciano a irrigidirsi e alla quantità di luce presente durante l’intero arco giornaliero: la luce solare, infatti, influenza la ghiandola pineale a produrre melatonina, l’ormone che regola la qualità e i ritmi del sonno. Ecco perché si sente parlare di disordine affettivo stagionale.

Tuttavia, esistono dei rimedi che possono aiutare a vivere al meglio il cambio di stagione.

Come combattere la stanchezza da cambio di stagione?

Come rimediare, dunque, al cambio di stagione estate-autunno e i sintomi che comporta? Una dieta sana e ricca di cibi che apportino vitamine e sali minerali è senza dubbio la base per fornire al proprio corpo il giusto apporto calorico ed energia a lungo termine. Anche adottare sane regole volte a rafforzare le difese immunitarie è indispensabile per garantire un buon stato di salute e, al contempo, contrastare l’astenia autunnale.

A volte però, dietro la stanchezza del cambio di stagione d’autunno, si celano altre cause come, ad esempio, le allergie stagionali.

Cambio di stagione estate-autunno: sintomi dell’allergia

Ansia e irritabilità, insonnia, disturbi gastrici e malessere generale: oltre a pollini e graminacee primaverili, le allergie possono presentarsi anche durante l’autunno, a causa degli acari della polvere e di muffe.

L’allergia non dà tregua, complice il cambiamento climatico degli ultimi anni, con pollini e piante che una volta erano innocue. Ma non solo, perché i mesi di ottobre e novembre con il loro clima umido dovuto alle piogge di stagione, in accoppiata al calore dei termosifoni di casa, creano l’habitat perfetto per il proliferare di muffe. Per non parlare degli acari, ospiti indesiderati di tappeti, tessuti e imbottiti: sono i loro escrementi a liberare le particelle degli allergeni inalanti, che causano riniti e congiuntiviti, lacrimazioni e occhi gonfi.

Cambio di stagione e sintomi: la prevenzione comincia in casa

La causa per la quale alcuni soggetti sono allergici potremmo definirla un’interazione tra predisposizione genetica e fattori ambientali. Vitamine e antiossidanti possono aiutare, così come trascorrere almeno cinque minuti al giorno all’aria aperta.

La prevenzione, però, parte proprio dalle mura domestiche: in questo caso, il purificatore d’aria è un grande alleato contro le allergie! H-PURIFIER di Hoover rappresenta la soluzione perfetta per un ambiente più sano e sicuro per te e la tua famiglia. Il purificatore d’aria è efficace nel ridurre la presenza di piccole particelle invisibili, quali allergeni, batteri, virus e inquinanti. L’innovativo filtro HEPA è l’unico che riesce a neutralizzare il 100% dei pollini catturati, così da avere sempre aria pulita da respirare. Crea il tuo profilo allergico sull’app hOn e l’apposita funzione “Allerta Pollini” di H-PURIFIER si attiverà in automatico sul purificatore quando rileva un’alta concentrazione di pollini, così da prevenire i tuoi sintomi allergici.

Vedi Anche

Newsletter