6 SUGGERIMENTI PER UN “DECLUTTERING” EFFICACE

6 SUGGERIMENTI PER UN “DECLUTTERING” EFFICACE

Molti studi dimostrano che avere una casa ordinata può avere effetti positivi sulla salute psicologica. Fare decluttering significa liberarsi delle cose inutili o che non usiamo più, da tutti gli oggetti che riempiono le nostre case e complicano la nostra vita. I vantaggi non sono limitati solo all’ordine domestico: fare spazio nella propria casa significa anche lasciare spazio a noi stessi, al nostro tempo, scegliere solo il meglio, apprezzare ciò che si ha ed evitare l’inutile.

Buttare o liberarsi di oggetti del passato apre la mente al presente e al futuro: non è necessario liberarci di tutto ciò che non è usato, se un oggetto che non si utilizza frequentemente piace e dà serenità, non è necessario liberarsene. Eliminare oggetti inutili ha un effetto positivo non solo sullo spazio che ci circonda ma anche sulla nostra mente, liberandola da pensieri negativi e stimolando la creatività.

Hoover si occupa da sempre della cura della casa e del tuo benessere, per questo abbiamo pensato di darti qualche suggerimento per organizzare gli spazi e ridurre, o dire definitivamente addio, al disordine!

 

1. VALUTA LA SITUAZIONE E DATTI LE GIUSTE PRIORITÀ

Il primo passo è naturalmente quello di esaminare la situazione attuale, capire che cosa va fatto e stabilire degli obiettivi. Questo suggerimento, spesso utilizzato per la gestione del tempo sul lavoro, può essere di grande utilità anche a casa. Osserva ogni stanza della tua casa e fai una lista degli oggetti che non utilizzi più, che non ti trasmettono più emozioni o che semplicemente appartengono al passato. Una volta presa coscienza di tutto quello che hai accumulato nel corso degli anni, pianifica l’operazione di decluttering a seconda del tempo che hai a disposizione: non è indispensabile fare tutto insieme, bastano pochi minuti al giorno!

 

2. PROCURATI QUATTRO SCATOLE

Avere un metodo efficace ti aiuterà notevolmente nel processo di decluttering, evitando di perdere tempo e di generare, paradossalmente, più confusione di quella iniziale. Uno dei metodi più utilizzati è quello delle quattro scatole, grazie al quale potrai riorganizzare i tuoi spazi con un approccio logico. Il sistema consiste nel prendere 4 grandi scatole in cui dividere i vari oggetti: una per le cose da buttare, una per quelle da regalare, vendere o barattare, una per gli oggetti da mettere in cantina e l’ultima per gli oggetti da risistemare in casa. Ogni volta che valuti un oggetto, chiediti che tipo di valore ha per te, da quanto tempo non lo utilizzi o se potrebbe essere riutilizzato da un’altra persona. La selezione degli oggetti, ovviamente, deve essere fatta secondo principi ecosostenibili: separa gli oggetti accuratamente per poterli poi differenziare anche nello smaltimento.

 

3. ADOTTA UNA FILOSOFIA MINIMAL

Una volta decisi gli oggetti che vorrai conservare, pensa a come riorganizzare al meglio gli spazi. Scaffali, contenitori da sistemare sotto i letti e cassettiere sono un buon punto di partenza. Tuttavia, è meglio non esagerare con mobili e complementi di arredo pensati per ottimizzare gli spazi perché, col passare del tempo, rischi di ricreare il problema di affollamento iniziale. Approfitta dell’aria di rinnovamento della tua casa per dedicarti anche alla pulizia di tutti gli ambienti. La tua alleata ideale potrebbe essere la nuova scopa senza fili H-FREE 700: leggera e manovrabile, è dotata di tanti accessori per aspirare con facilità ed estrema efficacia tutti i punti e le superfici di casa.

 

4. OTTIMIZZA IL TUO ARMADIO

Una volta eliminati o regalati i capi superflui, nel tuo armadio ci sarà molto più spazio libero. Per non ricreare il disordine dopo pochi giorni, è importante sistemare i vestiti nella maniera più funzionale: crea degli angoli per ciascuna tipologia di indumento, cercando di ottimizzare lo spazio di mensole e scaffali. Inoltre, appendi i vestiti invece che piegarli, ti aiuterà a visualizzare il tuo armadio nell’insieme e riuscirai a distinguere meglio i capi da scegliere ogni giorno. Per mantenere ordinati accessori e biancheria intima utilizza invece delle scatole e dei separatori da mettere nei cassetti.

 

5. PENSA ALLA DIGITALIZZAZIONE

Nell’era dello streaming e del cloud, non è pensabile non aver ancora digitalizzato le tue foto e i tuoi video che hai su CD e DVD. Ti sei mai chiesto quanto spazio occupano? Scaricando i contenuti su un hard disk o meglio ancora direttamente nel cloud, guadagnerai molto spazio in casa. Per quanto riguarda invece le tue vecchie collezioni di CD e DVD di film e musica che non usi più da tempo o di libri che non leggerai mai, potranno avere una nuova vita se li regali a scuole, biblioteche, case di riposo, associazioni no-profit oppure se li proponi per uno scambio.

 

6. COINVOLGI I TUOI BAMBINI

La filosofia del decluttering può essere applicata anche agli spazi dedicati ai più piccoli. Per un risultato ancora più efficace, considera l’idea di fare decluttering con i tuoi figli: oltre a renderli protagonisti e quindi più consapevoli e responsabili, eviterai di eliminare oggetti ancora importanti per loro!

La prima cosa da fare è separare le aree (sonno, gioco, studio e relax): in ogni zona individuate insieme gli oggetti non utilizzati da parecchio tempo o rovinati, e pensate a una nuova sistemazione con il metodo delle quattro scatole. Giochi e libri della prima infanzia ancora in buone condizioni possono essere donati ad asili e centri ricreativi; vestiti e attrezzature varie possono essere venduti facilmente in negozi specializzati di seconda mano o donati anch’essi; eliminate poi dalla postazione studio e disegno pennarelli non funzionanti, matite rotte e riciclate fogli già scritti e disegnati.