Trucchi per tappeti sempre puliti e in ottime condizioni

null

I tappeti sono tra gli accessori di arredo più diffusi e apprezzati in tutto il mondo. Possono arredare una stanza, darle carattere, colore e migliorarne l’estetica. Come possiamo prendercene cura senza danneggiare i tessuti? Ecco una breve guida che racchiude tutti i consigli più importanti in fatto di pulizia dei tappeti!

Aspirapolvere

Lana, seta, cotone o sintetico, qualunque sia il materiale, i tappeti hanno un elemento in comune: raccolgono la polvere, i peli degli animali domestici ed eventuali altri residui portati dall’esterno. Per questo si consiglia di pulirli attentamente con l'aspirapolvere almeno una o due volte alla settimana. È necessario spazzolare la parte superiore (quella in cui la polvere si annida tra le fibre) e quella a contatto con il pavimento. Seguire queste abitudini igieniche garantisce la rimozione efficace della polvere ed evita che lo sporco si fissi sui tessuti.

 

Lavaggio

Esistono lavaggi diversi in base al materiale:

 

  • I tappeti in lana dovrebbero essere lavati a secco oppure in acqua seguendo le giuste accortezze. Dopo aver passato l’aspirapolvere, lascia il tappeto in ammollo in acqua fredda e sapone e strofina con una spazzola a setole morbide.  Infine, lascia asciugare al sole, su una superficie liscia, e al contrario.
  • I tappeti in seta sono molto delicati, per questo si consiglia di pulirli con l'aspirapolvere ed eventualmente disinfettarli con bicarbonato, da lasciare agire per circa un’ora e poi rimuovere.
  • I tappeti in fibre vegetali, come il cotone, possono essere igienizzati con una semplice soluzione di acqua e sapone e lasciati asciugare all’aperto.
  • Infine, i sintetici dovrebbero essere passati con il bicarbonato, che deve agire per un’ora e poi essere rimosso con l’aspirapolvere.

 

Pulizia a vapore

Se le macchie o lo sporco si sono fissati alla superficie del tappeto, la soluzione migliore è usare un elettrodomestico a vapore. Serve solo l'acqua tiepida (senza l’aggiunta di detergenti) per rimuovere anche lo sporco più ostinato dalle fibre dei tappeti. Per prima cosa, passa la scopa a vapore sul tappeto e rimuovi lo sporco superficiale. A questo punto spruzza acqua calda sulle parti macchiate per pretrattare l’area, ammorbidire lo sporco e facilitarne la rimozione. Lascia agire qualche minuto. Estrai il serbatoio e riempilo con acqua calda. Connetti il pulitore alla presa elettrica, aspetta che l’acqua raggiunga la giusta temperatura, premi il pulsante e igienizza!

 

Gli errori più comuni

È facile commettere errori quando si puliscono i tappeti. Ecco quali evitare:

 

  • Sbattere i tappeti fuori dalla finestra.
  • Usare gli smacchiatori, spesso troppo aggressivi.
  • Metterli in lavatrice.

Tutti questi processi rovinano i nodi dei tappeti, soprattutto di quelli in lana

Cosa fare con gli acari?

Gli acari della polvere rappresentano un vero problema per chi soffre di allergie. Per igienizzare i tappeti in modo 100% naturale, ti suggeriamo di ricoprirli di bicarbonato, spazzolare e lasciare agire per almeno sette o otto ore (l’ideale sarebbe una notte). Rimuovi i residui con l'aspirapolvere e, non appena completata l’operazione, svuota il contenitore.

Avrai capito che è fondamentale scegliere l’elettrodomestico giusto. H-FREE 500, l’aspirapolvere ricaricabile più compatto e leggero della gamma Hoover, offre le stesse prestazioni di un aspirapolvere con cavo, ma si adatta a ogni ambiente domestico ed è perfetto per essere riposto in spazi ristretti, grazie ai soli 69 cm di altezza. Completo di moltissimi accessori, incluso il rullo Intense Floor, ed efficace sui tappeti, H-FREE 500 garantisce risultati eccellenti anche sui tessuti più preziosi!

Vedi Anche

Newsletter